P 61 Black Widow 422th NFS USAAF da kit Dragon scala 1/72

L'amico Aldo Nuovo ci presenta un classicone della seconda guerra mondiale e periodo successivo un P 61 Black Widow del 422th NFS USAAF in scala 1/72. Vediamo come ha proceduto per montaggio e colorazione di questo possente aeroplano.
Modello, testo e foto di Aldo Nuovo.


Il kit è il Dragon, molto bello, ma un po’ ostico da mettere insieme.
Le nervature interne sono state rifatte, soprattutto in coda, perché visibili dalla bolla trasparente.


Il piombo è stato usato à gogo per non farlo sedere sulla coda
Ma l’articolo non è mirato al montaggio quanto alla colorazione diciamo particolare.


Colorazione dei particolari
    •    interno vano motore: 36231 (H140);
    •    scarichi: ruggine;
    •    vano carrelli: zinc chromate primer 33481 (H81);
    •    interni in generale: 34151 (H151);

Infatti le strisce d’invasione, previste in fase iniziale solo sotto, poi sono state estese alle superfici superiori, avendo trovato sul web un foglio decals (EagleCal EC#148) con un profilo con le invasion stripes cancellate dal colore olive drab superiore, ma riapparse perché il colore virava facilmente verso una specie di kaki drab che si schiariva fino a diventare trasparente. Ma andiamo con ordine.
Colorazione inferiore
Ho utilizzato  il H145 evidenziando le pannellature con H156.


Colorazione superiore
Il colore ufficiale è l’olive drab, che quando è nuovo è H66, consumato assomiglia al H155.


Ma io ho sperimentato, e spero con successo, la seguente colorazione, dopo ricerche sui testi sacri e sul web.
Colorazione laterali fusoliera e gondole motori. H155 con pannellature in H66 diluito 1p di colore + 5 diluente.


Colorazione parte sup. fusoliera e ali: tutto Humbrol 72 (10p)+81 (1p) + 105 (1p) + 24 (1p) con pannellature in H155, prima schermando le invasion stripes, e poi, tolta la mascherature, velando anche quelle. A colore asciutto ho accarezzato il colore delle striscie bianco-nere lavorando con micromesh  in umido:

si passa dalla figura 21 prima del trattamento,

alla figura 23, dove è stata già data la mano di lucido dopo la “grattata” col micromesh 2500.


I fumi di scarico hanno suscitato qualche perplessità da parte di amici modellisti, ma se si cerca sul web, oppure sul famoso testo sul P61 WarbirdTech vol.15, in particolare alle pagine 15, 16, 84, si nota la particolare tonalità grigio chiaro.
Questo aereo, pilotato dal Lt. Herman Ernst, battezzato Borrowed Time, abbatté la notte tra il 15 e il 16 luglio 1944 la prima V1.


Ringrazio gli amici del gruppo whatsapp Amici Modellismosalento, sempre prodighi di consigli e suggerimenti, e l’amico Silvio Pietropaolo per il supporto e la fiducia riposta in me sin dall’inizio della nostra collaborazione.
Aldo Nuovo

Stampa