Aeritalia F 104S Starfighter, 156° Gruppo, 36° Stormo Tiger Meet

In occasione del recente reboxing dell'F 104 stampo Hasegawa ora tornato in commercio nel nuovo kit Italeri n° 2777, dedicato a 2 spilloni special colors italiani, abbiamo realizzato uno spillone del 36° stormo un tantino special.

Modello, testo e foto di Silvio Pietropaolo

L'F 104 Hasegawa è da molti anni considerato come il miglior kit in commercio per la scala 1/48 riguardante questo storico velivolo che per molti anni è stato in servizio nelle aeronautiche di mezzo mondo tra cui anche la nostra Aeronautica Militare. Questi kit Hasegawa erano divenuti piuttosto ricercati tra i modellisti e stavano divenendo introvabili, ma la recente uscita del kit n°2777 Italeri ha fatto tranquillizzare i modellisti italiani dato che nella nuova scatola italeri, con belle decals special color, ci sta il rassicurante stampo dell'F 104 Hasegawa.

Io personalmente non ne avevo mai montato, ad esclusione di un vecchissimo F 104N Esci, per cui mi sono preso uno dei miei kit sullo scaffale ed ho iniziato il montaggio di questo modello.

La scatola da cui sono partito è quella Hasegawa dell'F 104 G di Taiwan che comunque presenta in linea di massima tutte le parti necessarie per fare un F 104 G/S nostrano.

Con qualche veloce e lieve modifica e con le parti presenti nella scatola ho comunque potuto crearmi un F 104S CB come quello visto in una foto dell'esemplare 36-41 del 36° Stormo di Gioia del Colle. Tale Starfighter nelle poche foto presenti in rete in sole due foto presentava la particolarà che il fulmine giallo del 156° Gruppo era tigrato a seguito ad una partecipazione ad un NATO Tiger Meet. Allora mi sono attivato per riprodurre questo particolare velivolo così come poteva essere dopo un pò di tempo cotto dal caldo sole di Puglia.

Il montaggio di questo kit Hasegawa è assai semplice e scorre liscio come il velluto. Dentro l'abitacolo una buona pitturazione di vasca e consolles rende tutto abbastanza realistico. Soltanto il seggiolino andrebbe dettagliato o come in questo caso sostituito con una in resina acquistato o clonato in casa a cui aggiungere le cinture e le fasce si dicurezza specifiche per il Martin Baker Qr 7 che potrete vedere in dettaglio nella nostra gallery dedicata.

Prima di inserire l'abitacolo passate dal vostro gommista  per farvi dare qualche piombo autoadesivo da equilibratura che inserito sotto la vasca abitacolo eviterà che il vostro spillone si possa inavvertitamente sedere di coda.

Prima di chiudere le fusoliere vanno montati ed inseriti il vano carrello centrale e l'ottimo condotto di scarico con postbruciatore. Il montaggio fila via liscio e non richiede quasi per niente l'uso dello stucco, è sufficiente lisciare le giunzioni con la lama del bisturi ed un pochino di carta abresiva 600 o 800.

Una delle piccole modifiche da fare per trasformare il nostro F 104 g in S è realizzarsi le due pinne stabilizzatrici di coda. Lavoro di 5 minuti, si ricavano da un pezzetto di plasticard da 0,5 sagomato con la limetta prendendo a riferimento quelle già presenti nel kit dell'S ed incidendo le linee con l'incisore tamiya.

Altra cosa da fare è stuccate le incisioni dello sportello d'ispezione prese d'aria e reinciderle dato che nel G sono trapezioidali e nell'S sono rettangolari ed un pochino più grandi. In altri casi sarebbe stato necessario chiudere anche la bocca del cannone Vulcan ma i 104 S CB di Gioia conservavano il cannone per cui lasciamo il nostro spillone a bocca aperta.

Per le poche stuccature effettuate ho usato il Liquid Green Stuff in due o tre passate molto facile da lisciare.

Il cono di scarico dopo una base nera è stato trattato con argento Citadel a pennello asciutto e poi ha subìto un lavaggio con il Citadel Gloss Shade Marrone, lavaggio ad acqua di ottima resa.

Finito il montaggio, mascherati i trasparenti col nastro Tamiya sono stati posti in sede usando colla vinilica Vinavil. A questo punto la pitturazione è iniziata con una mano di Grigio scuro Kcolors poi lisciato con la carta abrasiva 1200.

Con i Kcolors la mimetica si esegue in men che non si dica dato che la ficilità di uso di questi colori ed i tempi di asciugature immediati permettono di realizzare in poco tempo questa operazione a tutto vantaggio del puro divertimento. Il controllo e la spruzzabilità che i colori Kcolors assicurano, anche a basse pressioni e con aerografi 0,19 pure economici, permettono di realizzare la colorazione del velivolo senza necessità di mascherare ed a mano libera. Nella fattispecie ciò che si vede nella foto sopra, la mimetica incluso il cono del radar in grigio chiaro 36622, sono stati eseguiti con aeropenna fengda 0,2 a mano libera e senza mascherare. Solo il pannello antiriflesso e le parti in alluminio, eseguite successivamente, sono state mascherate e dipinte. Per il resto non è stato necessario mascherare. Il colori usati per la mimetica sono il verde 34079 ed il grigio 36132 entrambi Kcolors della prima serie produttiva (test shot) che anche a distanza di tre anni quasi sono perfettamente efficienti.

Volevo che il mio F 104 fosse vissuto per cui, dopo la prima stesura della mimetica ho creato un filtro grigio chiaro usando il colore base 36231 con l'aggiunta di un 60% di Color Blender ed un 20% di grigio 36495 tutto Kcolors. Così facendo mi sono ripassato l'interno pannelli insistendo sopratutto nella zona da dopo l'abitacolo, producendo la tipica desaturazione e sbiaditura del grigio melanzanato che col passare del tempo perde la componente magenta del colore e vira sempre di più verso il grigio azzurrato chiaro o addirittura celeste-bianco.

Anche per il verde ho cercato di ricreare quel tono leggermente bruno marronato che il nostro Oliva prende dopo un pochino di tempo per cui ho prima ripassato le aree con un miscuglio di 34079, una punta di nero, qualche goccia di rosso e color blender al 40%, poi con lo stesso miscuglio ho aggiunto un poco di giallo ed ancora un pò di Color Blender per desaturare le aree all'interno dei pannelli con il risultato apprezzabile in foto. Il tutto è stato sigillato con una abbondante mano di trasparente superlucido XW 100 Kcolors. A questo punto sono state mascherate le aree per dare l'alluminio ed il verde del pannello antiriflesso.

Per il metallico è stato dato il Ghost Chrome Kcolors su tutta l'area inferiore e nella parte bassa delle tip alari inclusi carrelli e cerchioni delle ruote. Effetto impeccabile.

Sigillato il tutto con il trasparente lucido XW 100 abbiamo iniziato la posa decals prese dal foglio Skymodel e dopo un'altra mano di trasparente X 100 ho effettuato dei lavaggi con i gloss shade marrone e nero della Citadel a base acqua.

Il fulmine giallo è stato mascherato e con il nero ed aerografo 0,2 è stata dipinta a mano libera sulla decal la peculiarità di questo velivolo, la tigratura del fulmine.

Tolte le mascherature alle parti trasparento ho autocostruito la strutturina del retrocanopy e gli specchietti retrovisori ed i modello è stato completato con lucine, ricevitori RWR, pitot ed antennine tra cui quelle a cono realizzati con la punta di un pastello a matita.

Ed ecco a voi il mio F 104S, primo di una lunga serie tanto è piacevole farlo e data la nuova reperibilità di questi ottimi stampi hasegawa ore nelle scatole Italeri.

Buon Modellismo

Stampa