R.M.S. Titanic da kit Revell scala 1/400

L'avevano definita l'inaffondabile, invece colò a picco in un'ora e mezza durante il suo viaggio inaugurale. Riviviamo la più grande tragedia della storia della navigazione attraverso il modello in scala ridotta di questa regina dei mari.

modello Sandro Savina collezione dott. Cupri, testo e foto di Silvio Pietropaolo

Il Titanic, l'inaffondabile, nave ammiraglia della White Star Lines. Era la nave che avrebbe collegato la Gran Bretagna agli Stati Uniti d'America più velocemente di qualunque altra nave dell'epoca. Fu uno di quegli infelici esempi in cui la megalomania dell'uomo fece sì che venisse compiuto un passo più lungo della gamba. Come purtroppo avverrà anche in altri casi, uno fra tutti la realizzazione del bombardiere XB 70 Valkirye ( http://www.modellismosalento.it/oldsite/modelli/aerei/XB70/XB70.htm ) Il Titanic naufragò miseramente nel suo primo viaggio, portando con se più di 1200 persone.

Ad affondare la nave bastò un'unica collisione con un iceberg, ma l'analisi dei fatti ha dimostrato gravi carenze di progettazione e sulla sicurezza che trasformarono un incidente nella più grande tragedia della storia della navigazione. Il timone di dimensione troppo piccola in rapporto alla stazza, l'assenza del doppio scafo e di adeguate compartimentazioni tra le varie sezioni della nave, fecero si che la stessa affondasse in poco tempo dopo l'urto. A questo la scellerata inadeguatezza per numero delle scialuppe di salvataggio (la nave doveva essere inaffondabile, per cui le scialuppe non servivano) produssero l'elevatissimo numero di morti.

A farci ripercorrere questi storici ricordi, oltre ai films aventi come soggetto la tragedia, la revell produce tre kits in plastica riproducenti questa splendida nave, uno in scala 1/1200, il secondo è in scala 1/570 ed il terzo in scala 1/400 che è oggetto del nostro articolo.

Il Titanic in scala 1/400 è comunque un modello di dimensioni importanti con i suoi quasi 70 cm. di lunghezza. Tempo fa mi fu chiesto di realizzarne uno per un amico. Avevo iniziato il montaggio ma, non essendo molto avvezzo alla costruzione di navi, per assicurare una migliore correttezza di montaggio e rifinitura del modello, lo affidai all'amico Sandro Savina grande conoscitore di navi, natanti e componenti della marineria, che ne eseguì il montaggio e la pitturazione.

Nella grande scatola Revell c'è tutto il necessario per realizzare questo bel modello del Titanic. Unica concessione la sostituzione delle catene delle ancore con catenelle in ottone per velieri. Nella scatola è fornito anche un rocchetto di filo nero per realizzare tutte le antenne e tiranterie di cui la nave è fornita.

Ad esempio soltanto ogni comignolo è controventato da ben 12 tiranti e vi sono 4 comignoli. Le antenne invece andavano dal pennone anteriore a quello posteriore passando sospese sopra i comignoli. Il modello è molto dettagliato e non presenta carenze. Per la colorazione si è tenuto conto di presentare la nave nuova, del resto non ebbe vita lunga, per cui non vi sono evidenziati deterioramenti dovuti a lunga permanenza in acqua.

I ponti hanno richiesto un pò di cura nella pitturazione, essendo in origine di legno chiaro, al fine di riprodurre un minimo effetto di venatura.

L'effetto del modello è alla fine molto gradevole ed sarà sicuramento motivo di vanto per il suo proprietario che, ne sono convinto, avrà modo di dire: " Ho dovuto attendere un pochino, ma ne è valsa la pena!"

Buon Modellismo Silvio Pietropaolo

{gallery}aerei/Titanic{/gallery}

Stampa