Abbiamo rotto la scatola del Dakota Mk III italeri scala 1/72

Tra le novità inviate nei negozi lo scorso mese Italeri ci ripropone il Douglas C 47 Dakota nella versione Mk III con quattro inedite versioni tra cui anche una dell'Aeronautica Militare. Scopriamo insieme questo kit.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo

Si ringrazia la Ditta Italeri per aver concesso il kit oggetto delle presentazione.

Quando il kit è un buon kit di partenza, il riproporre il soggetto con nuove decalcomanie non può che far piacere ai modellisti.

La riedizione di questo kit inaugura un altro step in quella politica di evoluzione del prodotto afferto agli utenti che la ditta di Calderara di Reno sta attuando da alcuni anni migliorando stampi, dotazioni di accessori nei kits, nuove decalcomanie, nuove confezioni, reference manual e fogli d'istruzioni più dettagliati e completi.

Con il kit 1338 dedicato al Dakota Mk III Italeri introduce nel foglio d'istruzioni gli schemi per la colorazione delle 4 versioni su 4 viste ed interamente a colori, ciò permette un'individuazione più immediata e diretta della aree di diverso colore delle mimetiche che in passato, con i retini a toni di grigio, era spesso difficile decifrare.

Il foglio decals è molto ben stampato e con colori splendidi, brillanti e saturi.

 

Permette di riprodurre ben 4 versioni di cui una della RAF del 1944 caratterizzata dalle vistose Invasion Stripes,

una dell'USAAC caratterizzata dalle Invasion Stripes obliterate,

una dell'Armee de l'Air francese del 1945 della guerra in indocina

ed una dell'Aeronautica Militare della Scuola Plurimotori di Latina nel 1963.

Il Dakota Italeri è derivato dallo stampo E.S.C.I. che ha un buon livello qualitativo, è inciso, ha gl'interni ben dettagliati e dei bei carrelli.

Le parti del modello sono distribuite su tre stampate più una dei trasparenti ben limpidi.

Nel primo grappolo troviamo le fusoliere ottimamente stampate ed esenti da svergolature, tracce e ritiri, i portelli sono separati e quello principale potrà essere sezionato per poterlo lasciare aperto. I motori stellari hanno correttamente riprodotta la doppia stella dei cilindri a tutto tondo. Per gl'interni sono presenti le paratie di separazione tra cabina piloti e vano di trasporto, il pavimento è ben dettagliato e sono presenti le file di strapuntini laterali lungo i fianchi della fusoliera.

Alcune parti sono relativamente semplificate ma in funzione di quello che si vedrà il dettaglio è più che sufficiente. Comunque la base è buona e ben si presta ad eventuali aggiunte di dettagli.

Le ali hanno un buon dettaglio sia delle parti metalliche che per la riproduzione delle parti telate. Sono anche riprodotte sul punto di contatto tra ala e gondola motore delle placche di rinforzo strutturale in rilevo.

Le ruote sono ben riprodotte per pneumatico e cerchione, anche le gambe dei carrelli principale sono corrette nella loro architettura.

Le eliche sono ben riprodotte con il mozzo dettagliato da valorizzare con una buona verniciatura.

Come già detto le pannellature sono ben incise in modo da non sparire sotto i vari strati di vernice necessari a terminare il modello.

Notare le pannellature metalliche e la trama del timone in tela.

Le stelle dei motori radiali. Molto fini anche i volantini delle cloches.

Insomma ancora una volta Italeri ci propone un kit semplice, senza fronzoli o inutili complicazioni che ci permetterà di tirar fuori un bel Dakota inglese, americano, o il più esotico francese o il nostrano aereo scuola su cui molti piloti della nostra Aeronauita Militare si sono certificati per volare con i plurimotori ad elica. Per cui non ci resta che augurarVi buon divertimento e buon modellismo montando il Dakota MK III in scala 1/72 da Italeri.

 

{gallery}aerei/Dakota{/gallery}

 

Silvio Pietropaolo

Stampa