Agusta Bell AB 212 / UH-1N kit Italeri n° 1343 scala 1/72

Tra le novità dell'ultimo periodo Italeri ci propone una nuova scatola tratta dall'ottimo stampo dedicato al biturbina bipala dell'elicottero Bell prodotto su licenza in Italia da Agusta; l'AB 212 in nuove interessanti versioni special color e search and rescue dell'Aeronautica Militare e dell'USMC.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo

Si ringrazia la ditta Italeri S.p.A. per aver concesso il kit oggetto dell'articolo

Italeri ha dedicato svariate scatole sia in scala 1/48 che in scala 1/72 agli elicotteri della famiglia Huey dalle prime alle ultime versioni prodotte dai mono turbina bipala fino ai biturbina e quadripala. I kits in scala 1/72 sono tutti molto ben fatti e con un buon livello di dettaglio sia interno che esterno e che ci forniscono un'ottima base di partenza per modelli eccelsi e di grande effetto.

Questa nuova scatola Italeri non è una semplice riedizione di un kit già conosciuto ma è una nuova scatola che introduce alcune innovazioni che non riguardano direttamente lo stampo, già abbastanza buono e completo, ma la dotazione di contorno come la confezione, gli schemi di montaggio e colorazione e sopratutto le decals.

Ciò ci permette di ampliare la nostra scelta di soggetti di elicotteri Italiani e non solo cosa sicuramente assai gradita agli amanti dell'ala rotante.

La scatola dedicata al Bell UH 1N - 212 ci proprone tre versioni tutte accattivanti. La prima è uno special color del 15° Stormo della nostra Aeronautica Militare così come presentato a Cervia nel 2010, la seconda versione, sempre AM, ci propone un esemplare S.A.R. del 51° Stormo nella colorazione mimetica del 1986 con le caratteristiche estremità in Arancione. Oltre ai due esemplari AM dal kit è possibile ricavare un esemplare S.A.R. dei Marines USA del 2009 con una appariscente colorazione in Rosso e Bianco.

Il foglio decals è completo, perfettamente a registro, nitido con colori coprenti e finitura lucida. Il film è lucido e molto trasparente e quasi non ha bordatura in eccesso rispetto al soggetto stampato.

Una delle novità di queste recenti scatole Italeri sono gli schemi per la verniciatura stampati a colori ed in alta qualità in modo da evitare compessi studi dell'andamento dei tratteggi con varie campiture e puntinature a cui eravamo abituati con gli schemi monocromatici. Sembra una stupidaggine ma la presenza delle quattro viste per ogni soggetto e per altro con la stampa a colori ci permette un'immediato riconoscimento delle aree da dipingere con i vari colori. Una cosa che sembra come scontata ed apparentemente un semplice esercizio di stile nella grafica degli schemi di montaggio, in effetti diventa un grande ausilio che velocizza e di molto il processo di costruzione e verniciatura del modello. Grazie agli schemi a quattro viste completamente a colori si riduce quasi a zero tutta la fase di studio ed interpretazione degli schemi vecchio tipo che imponevano continui confronti con un mare di fotografie di riferimento già semplicemente per definire ed impostare il disegno della mimetica sul modello.

Per cui un plauso per italeri per questi schemi a colori che sono oggi disponibili grazie alla ditta di Calderara di Reno anche nei kit meno costosi.

Gli stampi della famiglia degli Huey sono deliziosi. Ben curati negli interni di cui riproducono tutte le parti principali tanto da permettere, anche se montati da scatola, di lasciare porte e portelli aperti per far vedere i dettagli dentro la cabina.

Anche gli esterni sono molto ben dettagliati con pannellature incise e fini rivettature a rilievo ai lati delle incisioni. il tutto riprodotto correttamente come deve essere.

Pure i rotori sono ben realizzati nel kit sono anche presenti le parti per realizzarsi un AB 412 Griffon che naturalmente non andranno utilizzate per l'AB 212.

Le parti da non utilizzare sono chiaramente indicate  con retino scuro nella lista delle parti.

Il kit riproduce correttamente il Bell UH 1N I nostri AB 212 hanno le vetrature dei portelloni scorrevoli e quelli delle finestre fisse, subito dopo le portiere dei piloti, di dimensioni più grandi e con gli angoli meno arrotondati (meno smussati) rispetto alla versione americana. Nulla da preoccuparsi dato che con qualche colpetto di lima si potrà qualche decimo di bordo finestrino e fare gli angoli più retti. A questo punto potremo riprodurre le vetrature o con il Cristal Clear o con dei pezzetti di acetato.

la cosa è piuttosto evidente anche confrontando l'immagine di copertina.

Sicuramente per riprodurre la versione più recente, quella del 15° stormo sarà necessario autocostruirsi qualche dettaglio esterno riguardante alcune delle ultime dotazioni aggiunte di recente, ma niente di irinunciabile ed eventualmente di aggiungibile a piacimento dato che le dotazioni sono spesso provvisorie ed installate in funzione delle necessità operative.

I trasparenti sono sottili e limpidissimi con cornici e tergicristalli stampati a rilievo. I tercicristalli potrebbero essere appianati e sostituiti con altri realizzati con dello sprue stirato a caldo o pezzetti di filo elettrico sottile. Dall'esperienza di montaggio di altri Huey sò per certo che il parabrezza va in posizione molto bene semplicemente incollato con un filino di colla vinilica che farà anche da stuccatura della linea di giunzione. Il kit del Bell 212 è onesto, ben fatto, ben confezionato e con ottime decals per tre nuove versioni assai accattivanti. A noi il divertimento ed il piacere di montarlo per realizzare un piccolo modello di sicuro effetto.

{gallery}aerei/AB212ita{/gallery}

 

Buon Modellismo da Silvio Pietropaolo

Stampa