Carro Cisterna tipo M con cabina frenatore da kit Italeri n° 8706 scala H0

Abbiamo montato per Voi uno dei kit che Italeri ha riproposto riguardanti il mondo del modellismo ferroviario. Dopo il Carro Chiuso tipo F proponiamo il Carro Cisterna tipo M in una versione assai usurata.

Modello, Testo e foto di Silvio Pietropaolo

 

Ci siamo divertiti molto a montare e dipingere il Carro Chiuso F di recente presentato nelle nostre pagine. La cosa ci ha subito portato a tentare la costruzione e la pitturazione di un carro cisterna tra i più diffusi nella rete ferroviaria italiana da circa 70 anni. Ultilizzato per vari trasporti che sono variati nel tempo dalle acque reflue, agli idrocarburi al bitume il nostro carro cisterna è un biassi diffusissimo nella nostra rete rotabile e sopratutto spesso abbandonato in molti binari morti alle periferie delle stazioni. Per cui perchè non provare a riprodurre uno di quei tanti carri semi abbandonati su un terminale di binario morto?

Coma già detto, questi kit reinscatolati da Italeri, furono prodotti per Tutto Treno Modellismo in kit edita dalla Duegi editrice. Sono molto belli a parte qualche problema di montaggio dovuto alle istruzioni un pochino lacunose ed alla mancanza dei numeri sui pezzi sugli sprue e sulle decals. Comunque controllando qualche foto il montaggio va avanti bene senza necessità di usare stucco.

Se si vuole utilizzare questi carri su un plastico è bene piombarli, meglio se prima di chiudere la cisterna, altrimenti vi troverete costretti a fare un foro nell'appoggio ed inserire del piombo come ho dovuto fare io.

Questo kit in particolare ha anche una piccola lastrina fotoincisa per riprodurre i corrimano sopra la cisterna (per i quali c'è anche la dima per la piegatura) ed i volantini per aprire i rubinetti di scarico.

Finito il montaggio si passa alla pitturazione che inizia dagli assali in bachelite nera lucida che ho dipinto in Cromo 61 Kcolors poi ho dato il primer nero sulla carro insistendo nelle parti inferiori e dipingendo delle striature verticali sulla cisterna.

Gli assali hanno ricevuto una brunitura col nero nella parte centrale della pastiglia poi riceveranno anche del rosso ruggine

Poi con l'Alluminio 15 Kcolors il carro è stato dipinto in maniera non totalmente coprente insistendo sul telaio e facendo altre striature sulla cisterna. In questo modo il carro prende già un aspetto leggermente usurato.

Con del Nero stemperato con Color Blender e con del marrone Ruggine stemperato con Color Blender si è provveduto a fare delle striature sula cisterna, trattare le parti superiori e gli alloggiamenti degli assali. Qualora volessimo un carro con usura media potremmo interrompere il processo di invecciamento a questo stadio e passare alla posa delle decalcomanie.

Ma noi vogliamo vedere quanto ci si può spingere a rovinare questo carro il più possibile e poi capire cosa si riesce a fare con i colori che usiamo.

Una volta dato il trasparente lucido Kcolors XW 100 il carro è lucido e pronto per le decalcomanie.

Ma come già detto vogliamo esagerare per cui riproduciamo in Alluminio 15 puro una ripezzatura di quelle tipiche che si fanno sui carri quando è necessario ridipingere il deposito della residenza del carro mentre le vecchie scritte sono quasi coperte da usura. Con il Rosso Kcolors dipingeremo il volantino del rubinetto di scarico. Con del Candy Rust viene ancora accentuata l'usura in particolare nella zona centrale dove col il lavaggio nero Mig  si simulerà anche furiuscite per derbordaggio del combustibile grezzo che si possono verificare in fase di carico.

Per completare l'opera un Lavaggio con Nero e Marrone Mig evidenzierà le incisioni ed i recessi. Come finitura ho dato una pesante mano di trasparente superpaco XW 01 Kcolos che ha spento la lucentezza. Come impolveratura ho mischiato 5 gocce di Marrone 30117 insieme a 3 gocce di Grigio 36473 e 60% di Color Blender tutto Kcolors e nebulizzato a bassa pressione sugli alloggiamenti assali, telaio, porta tabelle di viaggio, parte inferiore della cisterna e superfici orizzontali. Per finire il tutto un leggero pennello asciutto con argento Citadel ci ha permesso di evidenziare rilievi e rivetti con il risultato visibile in foto.

Troppo forte la tentazione di avvicinare al nostro Carro Cisterna M il Carro merci F che abbiamo di recente realizzato. L'effetto parla da solo.

Le foto fatte in luce ambiente ci offrono una migliore possibilità di apprezzare i dettagli di questa assai usurata cisterna che mi sono molto divertito a realizzare, se riesco a trovare dei agnadi adatti faremo anche in modo di fargli fare qualche giro al traino di una delle mie loco Lima che dopo 45 anni ancora funzionano egregiamente.

Buon modellismo.

 

 

Stampa