General Dynamics F 111 Aardwark

Da kit Airfix scala 1/72

 

IMG_6771.jpg

 

Modello, testo e foto di Silvio Pietropaolo

 

Ogni tanto ti viene voglia di montare un modello giusto per vedere cosa ne pu˜ venire fuori. Qualche tempo fa non so chi mi regal˜ dei grappoli con attaccati dei pezzi in plastica di un improbabile colore celestino, niente decals, niente istruzioni. Nessuno lo monterebbe, ed allora perchŽ non tentare?

 

IMG_6761.jpg

 

Allora ci si mette con colla, limette, pennelli e stucco per capire cosa succede. Il montaggio avviene a tentativi ma da scatola. Decido di non montare le paratie allĠingresso delle prese dĠaria Triple Powl I per lasciare la porta aperta ad un possibile cambio di versione. Mi ritrovo anche un foglio decals della Extradecals che mi permette di fare un E di Hupper Heyford, un Raven sempre di HU ed un F di Lakenheat. opto per la versione E ma senza pod Pave Track e con il cannone sotto la stiva di dx e un ALQ 131 sotto la stiva sx e due pod SUU 20 da esercitazione.

 

IMG_6769.jpg

 

Il modello  essenziale ma il montaggio  abbastanza preciso e lo stucco va usato soltanto sul perimetro del modulo di salvataggio. Per il resto quasi subito il celeste lascia presto il posto al nero del fondo e del preshading.

 

IMG_6760.jpg

 

Il vecchio kit airfix risale nella sua prima edizione addirittura al 1968, i dettagli sono al minimo ma le forme sono centratissime, giˆ al primo assemblaggio ci si rende conto che abbiamo per le mani un vero piccolo F 111 e proprio da questo nasce lo stimolo di tentare la verniciatura della mimetica usando gli smalti Humbrol con la mia economica aeropenna Valex a mano libera. Per cui dopo aver dato il bianco nelle prese dĠaria e sui carrelli ed il nero alle superfici inferiori, sul radome e lungo le pannellature superiori, ho mascherato la linea di separazione tra nero e mimetica, ho disegnato la mimetica con una matita ed ho caricato il Tan 30219 piuttosto diluito con i white spirit, aria al minimo e con un soffio di colore ho cominciato a disegnare le aree marroni.

 

IMG_6762.jpg

 

La sfumatura che produce lĠaerografo  per me sempre pi gradevole anche se qualche purista dirˆ che data la scala le linee di separazione dei colori dovrebbero apparire a contorno netto. Ma  se si controlla bene la mano e lo spruzzo, il risultato  secondo me molto buono e piuttosto credibile.

 

IMG_6774.jpg

 

Dopo il Tan ho dato il green 34079 ed il green 34102, sempre a mano libera e senza mascherature. Per gli scarichi ho usato il dark alluminium ed il jet exaust della linea Alcladd II. Poi una mano di Future ed ho iniziato la posa delle decals che purtroppo non ha dato risultati eccelsi. Il foglio decal della Extradecals che ho utilizzato ha denotato una pellicola sottilissima ma estremamente fragile e sensibile allĠaccartocciamento ed in pi le decals hanno evidenziato un fastidioso silvering che non  andato via nè con la future nè con Micro Set e Sol. Pazienza, ma anche cos“ il modello ha un bellĠaspetto molto convincente e poi mi sono divertito un sacco. Dopo la seconda mano di Future per sigillare le decals, una mano di trasparente satin della Lifecolor ha dato la giusta finitura alla mimetica. Alla fine in tempi brevi e con molto divertimento ho scoperto che anche il kit che "nessuno monterebbe pi" pu˜ riservare grande soddisfazione e divertimento, peccato per le decals ma comunque alla fine  tutto un giocoÉ

 

IMG_6764.jpg

 

IMG_6765.jpg

 

IMG_6766.jpg

 

IMG_6767.jpg

 

IMG_6768.jpg

 

IMG_6773.jpg

 

Buon Modellismosalento da Silvio Pietropaolo