Mostra Hellmut Seidl 2017 al 36° Stormo.

L'arte e l'aviazione negli ultimi 100 anni sono andati sempre di pari passo. La capacità acquisita dall'essere umano di potersi librare nei cieli libero come un uccello, anche se con l'ausilio dell'aeroplano, ha scatenato da sempre la fantasia e la sensibilità degli artisti di tutte le discipline. Su iniziativa del Comandante del 36° Stormo questo magico incontro si è suggellato, sotto il nome di Hellmut Seid presso il Circolo Ufficiali del 36° Stormo di Gioia del Colle. Ad un evento così importante non poteva certo mancare Modellismosalento che ha voluto portare in mostra il frutto della passione di alcuni modellisti salentini con una esposzione dedicata al 36° Stormo ed all'Aeronautica Militare.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo, Si ringrazia il Comando del 36° Stormo per la squisita ospitalità.

La locandina che presenta la mostra Hellmut Seidl parla chiaro; il rapporto tra la disciplina del volo e l'arte, in particolare quella del 900, è indissolubile. L'avvento del mezzo aereo non ha solo permesso a Giulio Douhet di scrivere il suo trattato ed ipotizzarne un utilizzo bellico. L'avvento del mezzo Aereo, già dopo il primo volo del Flyer dei fratelli Wright, ha impresso un'accelerazione al pensiero umano; un'accelerazione verso la modernità, verso un futuro sempre più veloce, frenetico e di nuove comquiste tecnologiche ed umane. Questo pensiero si concretizzò in nuove tendenze nel mondo dell'arte, dell'architettura e della letteratura la cui ispirazione è riportata per la prima volta nel Manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti. In quel periodo Antonio Santelia ci racconta la sua "Città Nuova" Futurista fatta di architetture visionarie che ancor oggi ispirano i film della migliore fantascenza. Ma il Futurismo non è solo una teoria visionaria, infatti la Macchina-Architettura Futurista si concretizza nello stabilimento Lingotto di Torino, esempio ancor oggi mirabile di Architettura-edificio-fabbrica nel quale da una parte entrano gli operai e dall'altra escono automobili già pronte e funzionanti per i fortunati proprietari. Insieme l'avvento del mezzo aereo irrompe nel mondo dell'arte dove la pittura futurista ci racconta di ali ed eliche che sfrecciano in un cielo dinamico di geometrie colorate. Pochi eletti che hanno la prerogativa del volo, Giovani Ufficiali dell'Esercito, della Cavalleria che portano i loro cavalli in volo gettando le basi della tradizione Araldica dell'Aeronautica Militare.

Precursori del volo che iniziano una storia di temerarietà e professionalità che, come si vede dalla foto del tavolo, parte dalle eroiche gesta di Francesco Baracca e Fulco Ruffo ed arriva fino ad oggi con gli uomini e donne del 36° Stormo e dell'Aeronautica Militare in generale.

Quindi nessuna meraviglia se il mondo dell'arte e quello dell'aviazione in generale e dell'Aeronautica Militare in particolare sono indissolubilmente legati da un fil rouge lungo più di 100 anni. Il Comandante del 36° Stormo, Col. Pil. Bruno Levati ha voluto ribadire la presenza di questo cordone ombelicale che collega arte e volo volendo fortemente ed inaugurando la Mostra d'arte Hellmut Seidl per opere di artisti pugliesi ispirate al mondo dell'aviazione, del 36° Stormo e di Hellmut Seidl.

Alcune delle opere in mostra realizzate da pittori pugliesi.

Il Comandante Col. Pil. Levati passa in rassegna le opere esposte.

L'angolo dell'esposizione dedicato a noi di Modellismosalento.it ed Ass. Modellismosalento con la splendida gigantografia di un EF 2000A nel suo shelter pronto al decollo.

Il Com. Levati accompagna l'Ass. Longo in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale

Modellismosalento ha avuto il piacere e l'onore di partecipare a questo evento culturale e l'abbiamo fatto con la passione e l'attenzione di sempre. Essendo modellisti abbiamo portato in mostra i nostri piccoli modelli, sicuri e certi che avrebbero riscosso la stessa curiosità ed interesse degli splendidi quadri esposti. L'esposizione a tema 100 anni d'aviazione militare Italiana e 36° Stormo è stata curata dall'Associazione Modellismosalento ed erano esposti modelli realizzati dai modellisti Gabriele Luciani, Stefano Maiorano, Raimondo Pietropaolo e Silvio Pietropaolo. Inutile dire il piacere di ricevere domande e poter dare risposte sui piccoli oggetti esposti sul tavolo e gli aneddoti raccontati in riferimento a questo o quel soggetto.

La parte centrale del tavolo era dedicata ad alcuni velivoli del 36° Stormo.

Molto bello il Tornado ADV Tigre Bianca del 2002 di Stefano Maiorano

  Gabriele Luciani ha esposto alcuni velivoli della 91° Squadriglia.

L'EF 2000 A 36-12 MM 7318 attuale velivolo del Comandante del XII Gruppo Caccia realizzato da Silvio Pietropaolo.

Il totale della sala con i tanti visitatori e l'amico Stefano Maiorano che ci ha supportato in questa prima presentazione presso la base del 36° Stormo, con la sicura certezza di aver creato un bel collegamento per future colaborazioni con uno dei reparti più gloriosi della nostra Aeronautica Militare. Lo staff di Modellismosalento voleva ringraziare il Comando del 36° Stormo nella figura del Comandante Col. Pil. Bruno Levati per l'invito ricevuto, il Ten. Col. Luigi Roberto responsabile organizzazione mostra e l'Av. Sc. Antonio Gargiulo per il supporto logistico impeccabile.

Buon Modellismosalento

Stampa