Abbiamo rotto la scatola del Saeqeh - 80 in scala 1/72 di Omega Models

La Omega Model ci presenta un soggetto particolare in scala 1/72 tramite un kit in resina a tiratura limitata; lo Saeqeh 80 in scala 1/72. Apriamo la scatola insieme per vedere cosa ci offre.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo. Foto del soggetto reale reperite in rete ogni diritto degli autori. Si ringrazia Omega Model per aver concello il kit oggetto di questa presentazione.

Durante i periodi di embargo al quale l'Iran è ancora soggetto, lo stato islamico si è spesso trovato a dover sopperire a mancanza di materiale bellico. Il grosso delle forze aere iraniane è ancora oggi retaggio di quella che fu l'aviazione fornita dall'occidente e dagli Stati Uniti ai tempi dello Scià, quando l'IRAN era alleato privilegiato degli stati uniti nell'area e baluardo contro il tentativo russo di dilagare nell'area e di trovare uno sbocco verso il golfo persico. Con l'avvento della rivoluzione islamica, gli USA divennero il "Grande Satana" e l'Iran divenne per gli usa uno stato canaglia con la conseguenza che l'aeronautica militare iraniana si trovò di colpo senza ricambi per manutenere la flotta aerea e con continue perdite di operatività dei propri velivoli a partire dai più sofisticati tra cui sicuramente gli F 14 Tomcat. il tentativo di reperire nuovi velivoli bussando a Russia, Cina e Francia non ebbe risultati lusinghieri e non riuscì a far recuperare credibilità alla cabacità bellica della IIRAF. Così di tanto in tanto l'industria aeronautica nazionale ha tentato di mettere a punto nuovi velivoli presentati come l'arma suprema contro il grande satana americano, in genere basati su cellule di Northrop F 5 Tiger con qualche upgrading. La versione più nota di questi tentativi di upgrading è sicuramente il soggetto che presentiamo il Saeqeh -80, un F 5 Tiger con due derive sviluppato tra il 2004 ed il 2012 dall'industria nazionale iraniana IAMI e costruito presumibilmente in 12 esemplari inclusi i prototipi.

Partendo proprio dai prototipi una prima versione prevedeva oltre alle due derive anche delle prese d'aria squadrate che però evidentemente non miglioravano l'inviluppo di volo del velivolo per cui dopo poco tempo si ritornò ad usare le prese d'aria standard dell'F 5E.

In effetti poi il velivolo volò anche in configurazione ibrida con una presa da'aria tonda ed una squadrata e poi divenne opertivo vestendo anche la mimetica standard a quattro toni con prese d'aria tonde.

foto di pubblico dominio sul web inserite a scopo di discussione. Ogni diritto riservato dagli autori.

Il kit che presentiamo permette la realizzazione di questo bizzarro velivolo in scala 1/72 e nella tipica colorazione Blu e Gialla del prototipo che rende il velivolo assai simile ad un F 18 dei Blue Angels. 

Il kit che presentiamo è prodotto dalla ditta Ceca Omega Models col numero d'articolo 72-383, è in edizione limitata ed è stampato in resina. Il kit è completo di istruzioni, decalcomanie e canopy in acetato stampato a vuoto.

Le struzioni sono basiche ma complete, inciano il numero delle parti nella varie materozze e come assemblarle, raffigurano anche il foglio decals ed indicano il posizionamento delle decals stesse.

Le decalcomanie sono stampate con stampante inkjet su supporto trasparente unico, hanno istruzioni per l'utilizzo in inglese e anche se non obbligatorio è bene trattarle con una mano di sigillante. Permettono di riprodurre il prototipo blu e gallo ed hanno le scritte gialle sia su sfondo blu che trasparente.

Il kit fornisce il canopy in pezzo unico termoformato in acetato ed in unico esemplare. C'è da dire però che il kit offre anche il pezzo master da cui è stato stampato il canopy per cui se lo si rovina quando lo si pulisce dagli eccessi si possono ricavare altre copie.

Le fusoliere sono stampate bene in pezzo unico per ogni semivalva, ciò rende più facile il montaggio della fusoliera evitando scalini che si potrebbero sicuramente evindenziare nella giunzione di sezioni di fusoliera e radome ad esempio oppure tra sezione di coda e centrale o muso e centrale.

Le due successive materozze offrono le due derive ed un ala e l'altra materozza la seconda ala, i piani orizzontali di coda ed i piloni subalari. Le parti sono tutte con pannellature in negativo per cui incise.

Le altre tre materozze riuniscono: la prima, seggiolino, una sola presa d'aria tonda, due sidewinders e rotaie, ed il master per il canopy, la seconda riunisce due prese d'aria squadrate, il vano carrello anterione, la vasca abitacolo con le consolles dettagliate di manettini, e le due ruote principali. L'ultima materozza riunisce i portelli vano carrello centrale, pannello strumenti, carrelli e gambe, antennine e scarichi con un bel dettaglio interno dei postbruciatori.

Insomma in 1/72 questo kit a tiratura limitata offre la possibilità di riprodurre questo bizzaro F 5 a due code. Punto di forza del kit la sua unicità dato che l'unica alternativa è il kit AFV club in scala 1/48, diciamo che come elemanti di carenza, la presenza dei serbatoi subalari o ventrali sarebbe stata gradita come pure la presenza di entrambe le prese d'aria curve dato che se si volesse riprodurre la versione operativa, le prese d'aria in uso alla fine sono state solo quelle tonde. Nelle foto sotto avrete la possibilità di meglio valutare il kit anche nel dettaglio che in linea di massima è di buona qualità. L'assemblaggio non è per tutti, come è regola comune di tutti i kits in resina. Per informazioni contattate il produttore anche per scoprire il catalogo completo con soggetti interessanti.

Buon modellismo

Stampa