L'MB 339 messo a monumento all'Aviatore nella rotatoria dell'aeroporto di Galatina

Il Salento ha un nuovo Guardiano del Cancello, ma anche un nuovo Monumento ad imperituro ricordo del sacrificio di tanti Aviatori Militari e civili in tempo di guerra ed i tempo di pace. Ve lo presentiamo in dettaglio e vi raccontiamo come è stato installato.

Foto Primo Maresciallo Massimo Muci ed arch. Silvio Pietropaolo

Testo arch. Silvio Pietropaolo

Avevamo dato qualche giorno fa la notizia della Inaugurazione del Monumento all'Aviatore posizionato sulla rotatoria della strada provinciale Lecce - Galatina con il comunicato stampa Ufficiale e le foto rilasciate dall'Uff. P.I. del 61° Stormo (clicca per visionare l'articolo).

Vi mostriamo ora le foto di come è stato installato oltre che il dettaglio del restauro.

Gia in passato un MB 339 A era stato messo a monumento a Lecce come Monumento all'Aviatore, purtroppo l'installazione a cura del Comune di Lecce non ebbe buon fine e dopo due anni cadde rovinando a terra. Questa volta l'installazione è avvenuta a cura degli uomini del 61° Stormo e degli specialisti del G.E.A. che hanno predisposto la giusta modifica al fine di fissare correttamente il velivolo al suo piedistallo.

Così predisposto il velivolo è stato trasferito, notare bene interno e non smontato, dall'Hangar in aeroporto presso il sito d'installazione.

compiendo la distanza dall'aeroporto alla rotatoria appeso alla gru di recupero del reparto.

 

Giunto in sito è stato poi poggiato a terra e quindi con una gru ruotata ad altro braccio posizionato sul pilone nella sua configurazione finale. 

L'MB 339 A 61-33 M.M. 54489 è tornato a librarsi nel cielo anche se fissato su un piedistallo. Gli uomini del GEA sono grandi uomini, direte voi... anche, Vi dico io ma sopratutto sono dei lavoratori attenti, competenti e geniali in grado di risolvere ogni inconveniente e portare a compimento ogni opera.

Ma andiamo al velivolo.

Il 54489 ha volato fino a tre anni fa ed è stato tenuto in naftalina parcheggiato fuori da uno degli hangar dell'aeroporto fino a quando è stato predisposto il suo piedistallo. L'aereo è stato svuotato dei componenti interni non necessari, ha subito un restyling nelle parti esterne, ridipinto ed ha ricevuto delle araldiche specifiche che andiamo ad evidenziare più avanti.

Particolarità di questo 339 monumento è che ha l'abitacolo completo con i seggiolini installati.

Il velivolo presenta vicino alla coccarda il simbolo delle celebrazioni per i 100 anni dell'Aeronautica Militare che saranno il prossimo anno.

Sulla deriva lo stemma della 61° Stormo nella versione a colori. Insomma un monumento speciale. 

Il velivolo ha mantenuto le luci di navigazione ed il basamento è illuminato durante le ore notturne. Un lavoro completo e ben fatto che sarà cura del 61° Stormo mantenere bello come il primo giorno. complienti al 61° Stormo, al 10° R.R.V. ed la G.E.A.

Di seguito le altre foto. 

 

 

 

Stampa